I 7grani sono un gruppo nato nel 2003.
il gruppo e’ formato dai tre fratelli Settegrani; Fabrizio alla voce e chitarra acustica , Flavio al basso, Mauro alla chitarra elettricaal banjo e mandolino.


Con i 7grani suonano dal vivo e in studio i musicisti Raffaele Kohler ( Trombettista degli ottavo richter)e Mirko Chighine (corista)e Alessio Russo alla batteria


Dopo molti anni di esperienze musicali diverse con gruppi e progetti di musica originale e cover band nel 2003 in occasione del primo anniversario del Teatro di Varese il direttore artistico Flavio Premoli (PFM) sceglie “Parappappà” come sigla di apertura della stagione teatrale scritta da Fabrizio Settegrani e registrata allo “ien Project studio” del musicista e produttore Ivan Ciccarelli e da Massimo Faggioni.

Nasce così una collaborazione che porterà alla realizzazione del primo disco dei 7grani "a spasso coi tempi" insieme a Massimo e Ivan.


Alla produzione artistica partecipano in modo importante anche anche i 7grani che scrivono e arrangiano i loro brani creando un sound che spazia dal folk al reggae, a ventate di rock e ska...nasce un disco libero da schemi e mode, con una sua identità e un suo messaggio…i 7grani vogliono raccontare le proprie esperienze di vita in modo ironico ma profondo.

il disco intitolato “A spasso coi tempi”(edizioni-Ivan Ciccarelli) registra grande interesse e in pochi mesi (il disco e’ stato pubblicato nel giugno 2006) e’già in rotazione in molte radio locali italiane e moltissime radio internazionali, soprattutto in Svizzera (RETE 3 ha inserito in modo frequente il brano “Ahi Ahi Ahi”),Germania, Stati Uniti e Australia dove il brano “metereopatica” da diverso tempo e’ in classifica in un sito musicale molto importante MP3.com.au.
“Universo fragile” altra traccia del disco è giunta al primo posto in un network di Portland-Oregon (USA), davanti a mostri sacri come Alanis Morrisette, Beck e Elton John  ed è rimasta in classifica per diversi mesi. Lo stesso brano “Universo fragile” è ai vertici della playlist di KIWC fm a Boulder City in Nevada.“Abbi cura Remix” è arrivata in testa alla classifica dei brani del genere world music all’interno del portale australiano MP3.com.au.e i 7grani hanno , sempre su mp3.com.au raggiunto la vetta della classifica come band nella categoria folk (all’interno del sito nella pag. delle news si possono trovare i file pdf. con tutte le charts.
“Abbi cura”, brano d’apertura del cd è stato uno dei dieci brani più suonati nel 2006 da rec radio, una radio di Roma molto interessante legata al settore indie.
Nel 2006 esce l'ultimo disco di Yolanda Martinez,cantante Apache del New Mexico vincitrice dei Grammy/Nammy Award nella categoria Nativi Americani, il disco include un'emozionante versione di Summertime, suonata in Svizzera con i 7grani che nel 2008 vince sempre nella categoria Nammy-Grammy Award miglio esecuzione di cover versio sempre con Summertime.

i 7grani nel novembre 2007 vengono premiati al M.E.I. di Faenza con uno speciale riconoscimento per il successo ottenuto all'estero.

Nel 2009 mentre stanno ultimando il nuovo album registrano "neve diventeremo" e realizzano il videoclip del brano in parte all'interno del campo di concentramento nazista di Buchenwald, in Germania nei pressi dei Weimar, la canzone nasce ispirata dalla storia di Rado Zuccon, partigiano amico di famiglia. I 7grani realizzano oltre al video anche un documentario sulla figura di Rado che inizia a fare il giro del mondo e porta i 7grani su importanti giornali come "Le monde" e l'interessamento del tg1 e di sat 2000 che realizzano 2 servizi e di Rai 3 cge ospita fabrizio e il video di neve diventeremo nella rubrica Linea notte. Nella pagina ("neve diventeremo si può trovare tutto il progetto, e nella rassegna stampa  e tv i servizi appena citati)

il video vince al MEI  2009 un riconoscimento per l'impegno civile e la militanza di base e lo stesso video è premiato allo IULM di Milano e si classifica fra i migliori 30 videoclip indipendenti del 2009.

nel 2010 esce il secondo album, "di giorno e di notte" recensito positivamente da molte riviste specializzate e da XL  di repubblica, dal Fatto Quotidiano(11 tracce dal rock alla bossanova) e il video di "faccia da sospetto" entra in nomination allo IULM  di Milano e viene considerato fra i migliori videoclip dell'anno insieme ai Litfiba, caparezza e molti altri. Mentre il video di "neve diventeremo" continua a riscuotere intereese alivello sia italiano, vincendo molti premi di grande valore e suscita l'interesse del presidente della repubblica Giorgio Napolitano che scrive una lettera di complimenti alla band per il progetto. Il video è in importanti musei internazionali in America e le monde, pubblica un'intervista a Mauro Settegrani.Molte Radio Italiane ed estere passano prima, faccia da sospetto e poi la Patata bollente e in Svizzera il disco sta raggiungendo ottimi risultati. Rai international trasemtte nella trasmissione "notturno italiano" una lunga intervista e un servizio sui 7grani. Anche Linea notte, la rubrica del tg3invita fabrizio in trasmissionenella giornata della memoria per raccontare del video di "neve diventeremo"


Tutto questo senza il supporto delle grandi case discografiche troppo spesso indifferenti alle novità, ma grazie ad uno sforzo comune di tutta la band di cercare di promuovere il proprio lavoro in modo capillare cercando di diffonderlo tramite internet.

 

PRIMI RICONOSCIMENTI E PRIMI LIVE

MARIPOSA, ALBOROSIE, 7 GRANI E TANTI ALTRI

Un primo riconoscimento speciale andrà ai 7grani per il loro video e il documentario "Neve diventeremo" sulla storia di Radovan Ilario Zuccon, deportato a Buchenwald e protagonista di una storia eccezionale dal punto di vista della militanza di base. Il video ha ricevuto apprezzamenti direttamente dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Premiati al M.E.I. 2007 di Faenza (meeting delle etichette indipendenti) per il successo internazionale

 

La musica dei 7grani

vuole essere Fresca e profonda come il mare aperto, dove, a galla regna la trasparenza, ma mano a mano che ci s'immerge, che si va in profondità, il colore diventa sempre più scuro. Ritmiche scoppiettanti e melodie orecchiabili fanno da substrato a testi profondi dove l'ironia si propone come soluzione spontanea alle vicissitudini della vita, osservata negli aspetti consueti come l'amore, il lavoro e il denaro. Spazia dal reggae, al folk, al rock e al pop utilizzando un linguaggio semplice e un sound prepotente soprattutto dal vivo.

 

 

Hanno parlato di loro:

  • La Provincia (Como)
  • la Prealpina (Varese)
  • L’Unità, che ha dedicato ai 7grani un’intera pagina
  • Il Corriere della Sera, un ampio servizio
  • il mensile Jack
  • lId Italiani in Deuschland
  • XL
  • Tele Sette
  • Donna Moderna
  • Leggo
  • Metro
  • Il Giorno
  • Il Resto del Carlino
  • Il Mattino
  • un reportage di Italia 1 per il tg Studio Aperto
  • il tg 3 E LINEA NOTTE RUBRICA DEL TG3
  • il tg2
  • il tg1
  • SAT 2000
  • MTV flash
  • NEAPOLIS
  • Espansione TV
  • Oltre alle televisioni locali e diverse web tv
  • (si possono vedere all’interno del sito nella pagina video)

     
 

Progetto "neve diventeremo"

NEVE DIVENTEREMO VUOLE ESSERE UN PROGETTO DEDICATO ALLA MEMORIA E ALLA RESISTENZA CHE I 7GRANI E IL REGISTA LUCA TOSSANI STANNO PORTANDO NELLE SCUOLE E IN MANIFESTAZIONI MUSICALI E PER SENSIBILIZZARE LE NUOVE GENERAZIONI A NON DIMENTICARE LE TRAGEDIE CHE LE DITTATURE FASCISTA E NAZISTA HANNO CAUSATO NELLA NOSTRA STORIA.

 

 

7grani LIVE

I 7grani dal vivo presentano il loro nuovo album “a spasso coi tempi”
In concerto i 7grani suonano i loro brani che spaziano dal reggae allo ska fino al rock e alla musica d’autore arrivando anche a ventate travolgenti di folk. Il concerto è un susseguirsi di momenti elettrici, acustici e improvvisazioni strumentali.

Aprono il concerto a Milano dei Negramaro al MazdaPalace nel giugno del 2005, giungono in semifinale nel concorso SanremoRock.
Oltre a questi artisti hanno aperto i concerti di Baccini, Maurizio Solieri, Alvin Lee, Estra, vallanzaska, Mercanti di liquore,Smoke and Zoe, suonano come band per l’artista Apaches Yolanda Martinez (vincitrice Grammy Awards categoria Nativi Americani) in occasione di un tour in Svizzera
Hanno vinto nel 1995 con il progetto “Trinità” il concorso roxy Bar di Red Ronnie e da anni partecipano a progetti umanitari in collaborazione con Don Mazzi di Exodus e suonano all’interno del carcere milanese di S.Vittore

 

I 7grani hanno prodotto un progetto intitolato “C’è sempre qualche novità” in cui propongono uno spettacolo di musica,teatro, cabaret, magia danza con le incursioni di artisti come il Mago-illusionista Walter Maffei, il clown Raffaele Rinaldi, il cabaret di Germano Lanzoni e Flavio Settegrani e la danza delle Sballerine.
 

il 1 maggio a Como, prima e dopo il concerto in piazza Cavour, Silvia Crivella intervista i 7grani che si raccontano.

 

Dal 1992 Il Progetto Trinità

2002 esce il nostro secondo disco intitolato “Per resistere ed esistere” autoprodotto (recensito su rockit.it) inciso dal vivo al Busker, un locale di Vimodrone (Mi); tutto il lavoro è stato poi mixato e masterizzato al “Localino”, il nostro piccolo studio.

Estate 2000 partecipiamo ad un Beach Tour.estivo lungo le coste di tutta Italia: con Germano Lanzoni produciamo il brano “Gegiosong” sigla di animazione per villaggi turistici. Negli ultimi anni abbiamo sempre suonato cercando di proporre la nostra musica dovunque fosse possibile anche in luoghi dove c’è fame di musica, carceri e comunità di recupero.

Novembre ‘98 suoniamo all’Alcatraz di Milano..

Luglio ‘97 apriamo il concerto di Francesco Baccini al Palavobis nell’ambito della festa di “Liberazione”. Insieme a diverse associazioni organizziamo a Como un maxiconcerto contro l’obbligo del servizio militare e contro tutte le forme di guerra. Esce intanto il nostro primo disco “Senza Rinforzi” autoprodotto e autopromosso.

‘96 ...molte date fra cui le emozionanti serate d’apertura ad Alvin Lee e Maurizio Solieri. In Luglio siamo chiamati a rappresentare l’Italia ad Erlangen, vicino a Norimberga al “Sound of Europe” suonando insieme a gruppi provenienti da tutta Europa. Sempre nello stesso anno suoniamo spesso nel locale di Enzo Jannacci a Milano, il “Bolgia Umana” e iniziamo una collaborazione con Don Antonio Mazzi, sia esibendoci nella sua comunità (l’Exodus) che partecipando ad alcune manifestazioni organizzate contro la tossicodipendenza e aun trasmissione televisiva su Retequattro chiamati dallo stesso Don Mazzi.

Maggio ‘95 spedendo una cassetta a Red Ronnie... vinciamo il premio Philips “Spremi e Premi” con la canzone “Dimmi cosa c’è” e suoniamo in diretta televisiva nella trasmissione Roxy Bar. Premiati da Ricki Tognazzi, dalla Philips, da Simona Izzo e Red Ronnie

Settembre ‘93 dopo un’estate in studio di registrazione e la partecipazione ad alcuni festival, arriviamo alla seminale del festival di Castrocaro. I due anni a seguire sono ricchi di concerti in Svizzera e nel Nord Italia. Proponiamo nostri brani e cover.

Novembre ‘92 apriamo il concerto dei Ritmo Tribale in un palasport vicino a Como.

Marzo ‘92 nascono le prime canzoni e nasce l’idea del nome Trinità ...